Categoria: News

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Tra tutte quelle che sono le risorse garantite da parte dei datori di lavoro nei confronti dei dipendenti per creare welfare aziendale, figura il fringe benefit. Ma di cosa parliamo esattamente? Come si intuisce dalla parola stessa, stiamo parlando di “benefici accessori” alla retribuzione, ovvero elementi aggiuntivi alla busta paga che, in genere, vengono riconosciuti ai lavoratori al fine di integrare il loro normale compenso o incentivarli a una maggiore produttività.  Prima di capire in cosa consiste nello specifico il fringe benefit, dobbiamo procedere con ordine, partendo dal concetto stesso di questo “beneficio aggiuntivo.” Fringe benefit cos’è e come funziona Un fringe benefit è

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Quanto tempo impiegano le aziende per gestire le Risorse Umane? Una domanda che qualsiasi imprenditore dovrebbe porsi, considerando che le Risorse Umane rappresentano un dipartimento all’interno delle aziende che ha a che fare con tutte le persone che vi lavorano. Lo stesso vale per le mansioni di un addetto alle Risorse Umane, che concernono, infatti, fasi quali:  Reclutamento; Selezione; Assunzione; Onboarding (fase del benvenuto in azienda); Formazione; Promozione; Buste paga; Contratti e licenziamenti. In sostanza, le mansioni di un addetto alle Risorse Umane sono connesse all’intero team umano dell’azienda. Le risorse umane, infatti, sono un vero e proprio valore aggiunto per le aziende che

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Contribuenti solidali: un riconoscimento pubblico a chi, durante il Covid, ha pagato le tasse pur potendo rinviarle. Anche in un periodo delicato come quello che stiamo attraversando a causa dell’emergenza Covid-19, ci sono comportamenti degni di nota messi in atto da alcune aziende. Si tratta di coloro che nonostante il periodo di sospensione disposto dal governo a causa dell’emergenza sanitaria provocata dal virus, hanno deciso comunque di pagare le tasse. Tra i contribuenti meritevoli rientra Radar Consulting Italia,  società di ricerca e selezione di personale qualificato autorizzata dal Ministero del Lavoro. L’azienda ha ricevuto una menzione particolare, un “bollino blu”, ovvero un attestato di

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Trovare lavoro con i social media? Si può. E lo sanno bene tutti quei recruiter che si avvalgono del “potere” dei social media per trovare il candidato ideale da posizionare in azienda, sbirciando tra profili, posts, tweets e interessi personali. Nell’era della digital transformation, assume particolare rilievo l’ottica del social business. Questo significa che le informazioni private sono sempre più alla portata di tutti e gli strumenti e le modalità di comunicazione in continuo aggiornamento. Ecco che anche le operazioni di ricerca e selezione del personale avvengono tramite i social. Non è un caso, se, dunque, diviene preminente il saper utilizzare i social media per

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Trovare lavoro con in tasca solo un diploma di scuola superiore non è così difficile. Dopo aver conseguito il diploma, gli studenti si trovano davanti a un bivio: continuare gli studi prendendo una laurea oppure iniziare a trovare lavoro? Se l’università non fa per voi, c’è la possibilità di lavorare senza laurea lo stesso, soprattutto in quegli ambiti dove c’è maggiore richiesta di diplomati. Quali sono i diplomi più richiesti: la classifica Secondo il Sistema Informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con Anpal, ci sono alcuni diplomi che offrono maggiori opportunità lavorative. Ecco quelli che consentono di trovare lavoro più facilmente: Amministrativo, finanziario

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Il job hopping è un fenomeno di tendenza arrivato in Europa dopo la . Di che cosa si tratta? Cambiare lavoro non è controproducente come si crede, anche se modificare spesso un percorso di carriera implica avere delle ragioni valide. Quando si trova un posto di lavoro migliore di quello che si ha, ad esempio, è giusto cambiare azienda per fare carriera.  Sono proprio i “job hoppers”, le generazioni più giovani di lavoratori, che cambiano lavoro molto frequentemente, saltando da un’azienda all’altra o da un settore ad un altro. Cosa significa job hopping Il job hopping indica letteralmente il saltare da un lavoro all’altro. Se cambiare lavoro

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Il mondo del lavoro è in continua evoluzione, e genera nuove filosofie e profili professionali. Il digitale e la tecnologia hanno avuto un forte impatto sul lavoro e sui gusti professionali delle nuove generazioni. Sono sempre più numerose, infatti, le nuove figure professionali legate al mondo dell’innovazione. Si può lavorare da casa (smart working) ma anche da qualsiasi parte del mondo. La digital transformation ha influenzato anche i nuovi profili commerciali. Il commerciale del nuovo millennio, infatti, è non è più il venditore del secolo scorso. Ai profili commerciali moderni sono richieste nuove competenze. Conoscere le lingue straniere non basta, in quanto occorre saper

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Machine learning (in italiano apprendimento automatico), fa riferimento ad una particolare branca dell’informatica che può essere considerata una parente stretta dell’intelligenza artificiale. Le soft skills, ovvero le competenze definite come “non tecniche” assumono una rilevanza strategica nella valutazione di un candidato. Si tratta, però, di competenze difficili da misurare avvalendosi solamente di strumenti classici, come un cv o una lettera motivazionale. In tal senso, all’interno di questo contesto, per i recruiter si presenta una nuova sfida: l’intelligenza artificiale. Ma di cosa parliamo esattamente? Machine learning e intelligenza artificiale Si sente, spesso, parlare di intelligenza artificiale, ma anche di machine learning, confondendone in qualche caso, gli ambiti

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
L’Italia è diventata spesso lo scenario di “chi non riesce a fare il lavoro che desidera, insegna”. Come fare per orientarsi nel mondo dei Master e delle Business School scegliendo quella più utile e soprattutto in grado di inserirti nel mondo del lavoro? Noi di Radar abbiamo stilato una serie di punti importanti da conoscere e richiedere al momento dell’iscrizione a una scuola di specializzazione professionale.

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Ti sarà capitato in ufficio di vedere colleghi o responsabili ottenere onorificenze, aumenti o avanzamenti di carriera. Allo stesso modo, avrai notato che molte persone valide non godono di ottima fama all’interno dell’ufficio o tra i membri del management. Ti sei mai chiesto perché? È una questione di comunicazione interna. In questo articolo cercheremo di capire come dotarsi degli strumenti necessari per improntare una comunicazione su un prodotto importante per l’azienda: Tu.