Categoria: News

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Il job hopping è un fenomeno di tendenza arrivato in Europa dopo la . Di che cosa si tratta? Cambiare lavoro non è controproducente come si crede, anche se modificare spesso un percorso di carriera implica avere delle ragioni valide. Quando si trova un posto di lavoro migliore di quello che si ha, ad esempio, è giusto cambiare azienda per fare carriera.  Sono proprio i “job hoppers”, le generazioni più giovani di lavoratori, che cambiano lavoro molto frequentemente, saltando da un’azienda all’altra o da un settore ad un altro. Cosa significa job hopping Il job hopping indica letteralmente il saltare da un lavoro all’altro. Se cambiare lavoro

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Il mondo del lavoro è in continua evoluzione, e genera nuove filosofie e profili professionali. Il digitale e la tecnologia hanno avuto un forte impatto sul lavoro e sui gusti professionali delle nuove generazioni. Sono sempre più numerose, infatti, le nuove figure professionali legate al mondo dell’innovazione. Si può lavorare da casa (smart working) ma anche da qualsiasi parte del mondo. La digital transformation ha influenzato anche i nuovi profili commerciali. Il commerciale del nuovo millennio, infatti, è non è più il venditore del secolo scorso. Ai profili commerciali moderni sono richieste nuove competenze. Conoscere le lingue straniere non basta, in quanto occorre saper

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Machine learning (in italiano apprendimento automatico), fa riferimento ad una particolare branca dell’informatica che può essere considerata una parente stretta dell’intelligenza artificiale. Le soft skills, ovvero le competenze definite come “non tecniche” assumono una rilevanza strategica nella valutazione di un candidato. Si tratta, però, di competenze difficili da misurare avvalendosi solamente di strumenti classici, come un cv o una lettera motivazionale. In tal senso, all’interno di questo contesto, per i recruiter si presenta una nuova sfida: l’intelligenza artificiale. Ma di cosa parliamo esattamente? Machine learning e intelligenza artificiale Si sente, spesso, parlare di intelligenza artificiale, ma anche di machine learning, confondendone in qualche caso, gli ambiti

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
L’Italia è diventata spesso lo scenario di “chi non riesce a fare il lavoro che desidera, insegna”. Come fare per orientarsi nel mondo dei Master e delle Business School scegliendo quella più utile e soprattutto in grado di inserirti nel mondo del lavoro? Noi di Radar abbiamo stilato una serie di punti importanti da conoscere e richiedere al momento dell’iscrizione a una scuola di specializzazione professionale.

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Ti sarà capitato in ufficio di vedere colleghi o responsabili ottenere onorificenze, aumenti o avanzamenti di carriera. Allo stesso modo, avrai notato che molte persone valide non godono di ottima fama all’interno dell’ufficio o tra i membri del management. Ti sei mai chiesto perché? È una questione di comunicazione interna. In questo articolo cercheremo di capire come dotarsi degli strumenti necessari per improntare una comunicazione su un prodotto importante per l’azienda: Tu.

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Più volte abbiamo sottolineato come la nostra offerta formativa sia efficace in quanto progettata per l’inserimento diretto nel mondo del lavoro. Programmi, docenti e aule costituiscono un ecosistema finalizzato a creare un focus point pratico affinché ogni allievo risulti preparato a ricoprire il ruolo per il quale ha intrapreso il percorso formativo. Oggi partiamo dall’esperienza di Vanessa Salomone Megna, ieri allieva del Master in Management delle Risorse Umane, oggi HR Generalist in azienda.

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
L’esperto in Risorse Umane deve possedere delle skills, ossia abilità maturate con gli anni di lavoro, molto varie. La capacità di gestire ed organizzare sono le più intuibili, ma non le uniche. Nel nostro percorso di scoperta della figura professionale dell’addetto alle Human Resources, andiamo a scoprire quali sono le 10 skills più importanti legate a questa figura professionale. Gestire le Risorse Umane: Motivare, far crescere e dirigere il personale e individuare il personale più adatto ad un lavoro Saper Comunicare: Comunicare in forma scritta e parlata in modo efficace Ascoltare attivamente: Fare piena attenzione a quello che gli altri stanno dicendo, soffermandosi per capirne

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Fabrizio Finucci, laureato in Lingue e Letterature Straniere e allievo del Master in E-Commerce & Digital Marketing Management, racconta la sua esperienza in Radar Business Academy e la sua attuale posizione lavorativa, Chief Operating Officer in SpedirePRO. Cosa ti ha spinto a partecipare alle selezioni del Master? Ho scelto di frequentare il Master per apprendere le tecniche digital, per conoscere i processi di Customer Experience, di vita di un prodotto e di lancio di un marchio. Sono appassionato di tutto ciò che è considerato come “nuova tecnologia”, sia in ambito di comunicazione che di esperienza lato utente.   Ora di cosa ti occupi?  Ora

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Continua il nostro viaggio alla scoperta della figura dell’ “Esperto in Risorse Umane”. Dopo avere esplorato le dieci mansioni che svolge l’Human Resources, elenchiamo le 9 principali conoscenze che deve possedere questa tipologia professionale, figura di grande valore per ogni azienda. 1) GESTIONE DEL PERSONALE E DELLE RISORSE UMANE: Conoscenza dei principi e delle procedure per il reclutamento, la selezione, la formazione, la retribuzione del personale per le relazioni e le negoziazioni sindacali e per la gestione di sistemi informativi del personale 2) IMPRESA E GESTIONE DI IMPRESA  Conoscenza dei principi e dei metodi che regolano l’impresa e la sua gestione relativi alla pianificazione strategica, all’allocazione delle risorse

__

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Molto spesso, durante il processo di selezione di personale, il primo screening dei curricula viene realizzato valutando in primis il prestigio dell’ateneo di provenienza e il punteggio ottenuto. Diverse società, hanno rilevato però, che così facendo si rischia di “appiattire” il capitale umano assunto in un’azienda: personale con lo stesso percorso accademico, stessa tipologia di famiglia, stesse esperienze extracurriculari. Questo dato è stato messo in evidenza anche da prestigiose società di consulenza, come Deloitte la quale nel suo ultimo processo di recruitig ha deciso di assumere 1500 collaboratori attraverso interviste cieche, dove l’ateneo frequentato e il voto conseguito sono svelati solo dopo che il